TANTI INTERESSI PRIVATI NON FANNO UNA CITTA'!

La mer, la fin...

venerdì 15 maggio 2009

Prato verso le amministrative. Sinistra RossoVerde presenta programmi e persone

Sintesi giornalistiche...
MV

da il Tirreno del 15/05/09
«Così Prato può rinascere»

Presentati liste e programmi della Sinistra rosso verde

PRATO. Sinistra rosso verde schiera in campo la squadra dei candidati per sostenere Renzo Bellandi al Comune e Lanfranco Nosi in Provincia. Si tratta di una lista composita, espressione di realtà diverse specchio della Prato di oggi: tra i quaranta nomi candidati al consiglio comunale ci sono operai, disoccupati, precari, commercianti, impiegati, donne e due giovanissimi under 20 (Lucia Mattei e Matteo Scrozzo). All’appello c’è anche un rappresentante della società multietnica, Alfredo De Angelis, nato in Venezuela.
Un tema che all’interno dei programmi di questa sinistra assume “un ruolo strategico per Prato”.
Ripartiamo dalla cultura. Per la presentazione è stata scelta Piazza dell’Università come luogo simbolo della cultura, sulla quale punta il candidato sindaco Renzo Bellandi: «Può rappresentare un veicolo di rinascita e crediamo che proprio questo piazzale, debba cominciare a pulsare con iniziative e eventi che riportino i pratesi a rivivere la città». Tra le priorità, il tema del lavoro: «Prato ha già chiuso, ma può rinascere» prosegue Bellandi, il quale suggerisce di incentivare le aziende che fanno ricerca e sostiene la cooperazione tra cittadini come modello imprenditoriale.
Umanisti in lista. Sono nove i candidati umanisti per il consiglio comunale. Tra questi, il capolista Gisberto Gallucci, membro del partito Umanista: «Vogliamo - dice - una città che non ha paura ma che si apre ai diritti e alle diversità, dove il Comune attui politiche per la salute, l’istruzione e la qualità della vita dei cittadini». Questo movimento è promotore della Marcia mondiale per la pace e la non violenza, a cui ha aderito anche l’olimpionico Jury Chechi.
Una provincia “verde” e multietnica. Il candidato alla poltrona di palazzo Banci Buonamici Lanfranco Nosi ha inserito nel suo programma l’istituzione di un assessorato alla multiculturalità. «È il momento di affrontare l’immigrazione come una risorsa e non come un problema, per far questo è necessario riorganizzare le aree funzionali della struttura provinciale con un assessorato che abbia il compito di creare servizi per l’accoglienza e politiche di mediazione in collaborazione con l’amministrazione comunale».
In questa logica si inserisce l’idea di realizzare un centro di cultura cinese, sul modello dell’istituto del mondo arabo di Parigi che funzioni da spazio culturale, ma anche da luogo universitario. Al centro del programma le politiche per il territorio e l’ambiente con la proposta di un grande parco naturale collegato al parco archeologico di Gonfienti.
Barbara Burzi

da la Nazione del 15/05/09
ANCHE la Sinistra rossoverde ieri ha presentato i suoi candidati, in piazza dell’Università. «Abbiamo scelto questo luogo — ha detto Renzo Bellandi, candidato sindaco — perché il rilancio di Prato deve avvenire anche dalla cultura e dai giovani, quei giovani che hanno trovato spazio nelle nostre liste». Fra questi c’è anche Lucia Mattei, in rappresentanza del Partito umanista, con cui la Sinistra rossoverde ha deciso di collaborare. «Intendiamo rappresentare le persone che si sentono tradite dai partiti tradizionali — ha aggiunto Lanfranco Nosi, candidato alla presidenza della Provincia —: nelle nostre liste non ci sono politici di professione, ma solo gente che desidera riportare i valori della sinistra ripartendo dal basso».

1 commento:

Municipio Verde ha detto...

Certo, la Nazione vi ha dato un sacco di spazio, eh?
Forza ragazzi, ci vuole pazienza. Mandateci piuttosto qualche proposta sull'ambiente da mettere sul blog. Per esempio questa proposta dei parchi...
riccardo (mv)