TANTI INTERESSI PRIVATI NON FANNO UNA CITTA'!

La mer, la fin...

mercoledì 21 gennaio 2009

Prato. Verso la manifestazione del 24

Ci saremo anche noi!
MV

da il Tirreno del 21/01/09
Mezza Toscana al fianco dei pratesi

Sabato il corteo antifascista organizzato dal Collettivo studentesco

«Una manifestazione lontana dalla violenza e dalla provocazione»

PRATO. Il Collettivo Studentesco di Prato, insieme a quelli di Firenze e Livorno, risponde all’aggressione neofascista subita mercoledì scorso promuovendo una manifestazione di protesta di ampio respiro che partirà da piazza Mercatale sabato prossimo alle 15,30 per percorrere le strade del centro.
Se la manifestazione era già nell’aria, dopo che la vicenda aveva scosso i vertici tutti della sinistra locale e non, adesso diventa realtà. «Un grande e pacifico corteo per ribadire quelli che sono i nostri ideali - fanno sapere dal Collettivo Studentesco pratese - un corteo naturalmente aperto a tutti coloro che vorranno mostrare e ribadire il concetto dell’antifascismo».
Un corteo antifascista, come recita il volantino che gira in rete, per cui sembra si stia mobilitando e organizzando mezza toscana. Non solo Prato ma anche Pistoia, Firenze, Livorno: Collettivi studenteschi e centri sociali, politici e gente comune. «Pensiamo che il corteo vedrà un’adesione ampia e da tutta la toscana, con la partecipazione della rete dei colletti studenteschi di Firenze e del cordinamento studentesco livornese, oltre ovviamente alla partecipazione degli studenti e dei politici pratesi - spiegano dal Collettivo - ma soprattutto vogliamo che sia una manifestazione lontana dalla violenza, dalla provocazione e dalla tensione. Abbiamo parlato con i rappresentanti della destra e in questo senso non ci dovrebbero essere problemi».
C’è, insomma, la voglia di manifestare con più forza l’opposizione alle manifestazioni di violenza dell’estrema destra che, anche a Prato, stanno destando forte preoccupazione. L’episodio che ha acceso la miccia è stata l’aggressione ad un militante del Collettivo studentesco da parte di due giovani naziskin, uno dei quali ha colpito al volto il ragazzo mentre insieme ad alcuni compagni stava partecipando ad una riunione politica nella sede di Rifondazione comunista. I due aggressori sono stati identificati dalla polizia.
Lo scorso sabato c’è stata una prima risposta con un presidio in piazza del Comune. Proprio in quell’occasione c’è stata una schermaglia, solo verbale, fra i giovani di estrema destra e gruppetti di ragazzi dell’estrema destra. Slogan e sfide a distanza, controllate a vista dalle forze dell’ordine. Una prova generale di quello che potrebbe avvenire sabato prossimo.
A.P.

1 commento:

claus ha detto...

Sono una militante del collettivo studentesco autonomo e testimone dell'aggresione di mercoled 14. Vorrei far notare che il presidio è avvenuto giovedì 25 gennaio e non sabato, e che c'è stato uno scontro verbale tra ragazzi di destra e noi, ragazzi di sinistra e non tra due gruppi di ragazzi di estrema destra.