TANTI INTERESSI PRIVATI NON FANNO UNA CITTA'!

La mer, la fin...

mercoledì 24 settembre 2008

Animali. A Firenze la Tav passa sul canile.

Dal Corrierefiorentino.it

Firenze senza più canile Dove andranno gli animali?
Simone Porzio, presidente dell'Enpa, chiede l’apertura immediata di un tavolo operativo per discutere della demolizione della struttura di viale Corsica

Il canile di viale Corsica è sotto sfratto. Sono cominciati ieri i trasferimenti dei cani ad Arezzo, in un struttura convenzionata con il Comune di Firenze. E rimangono pochi giorni ancora: entro il 30 aprile dovrà essere liberato completamente per fare posto ai lavori dell'Alta Velocità. Ma è guerra con l'Enpa, che ha bloccato il trasferimento di alcuni animali per l'inidoneità dei mezzi per il loro trasporto. Sono cinquanta, secondo l'ente di protezione animale, i cani della struttura. Difficile fare un numero per il Comune: «Da 22 mesi la Asl non ci manda la relazione per aggiornarci sul nostro canile -dice l'assessore- e per questo abbiamo bloccato i fondi previsti di 10 mila euro al mese>. Ad Arezzo ci sono circa 70 posti del Comune di Firenze, di cui 30 liberi. “C'è posto per trasferire tutti i cani”, assicura Del Lungo.
L'ENPA.

Anche se l'Enpa denuncia la presenza di alcuni cani di sequestro giudiziario “di cui il Comune non vuole farsi carico”. “Stiamo soltanto aspettando gli atti di affidamento”, ribatte l'assessore. Intanto l'ente di protezione chiede di aspettare un mese allo sgombero, in attesa che sia pronta la struttura della Asl nell'ex Banti.

«Chiediamo al Comune di Firenze e ai servizi veterinari dell’Asl l’apertura immediata di un tavolo operativo per assicurare il mantenimento e una idonea custodia dei cani sotto sequestro giudiziario e il mantenimento di una struttura nelle immediate vicinanze di Firenze». Lo ha chiesto Simone Porzio, presidente della sezione provinciale fiorentina dell’Ente nazionale protezione animali (Enpa), nel corso delle operazioni di trasferimento dal canile sanitario di viale Corsica.
NIENTE PIU' CANILE? La struttura, spiega una nota, sarà infatti demolita per i lavori per l’alta velocità
e i cani ospitati verranno trasferiti entro il 30 settembre presso un canile privato di Arezzo convenzionato con il comune di Firenze. «Firenze non ha più un canile - commenta Porzio - e sul destino dei dieci cani sotto sequestro giudiziario riteniamo che il Comune non può farsi da parte e dire che non è una questione che lo riguarda».
24 settembre 2008

1 commento:

Niky ha detto...

E' vergognoso come una grande città non sappia autogestirsi. Com'è che Empoli ha un canile esemplare e Firenze neanche lo ha?!?